Garage auto: meglio acquisto o affitto?

Agenzia Immobiliare Mediacasa
Garage auto: meglio acquisto o affitto?

Affitto o acquisto? Ecco la domanda che molti potenziali acquirenti si fanno quando sono in fase di acquisto della propria casa. Scopriamo se è più conveniente comprare o affittare un garage auto in città e magari in abbinamento con la propria abitazione.

Comprare o affittare un garage auto o un solo posto auto è un dilemma molto importante che attanaglia chi sta cercando casa e non solo, anche chi desidera investire in questo tipo di mercato. Spesso molti potenziali acquirenti di un certo immobile si pongono come obiettivo l’acquisto di casa e garage, come è sempre stato fatto fino a poco tempo fa. I dati derivanti dal mercato immobiliare però, mostrano un’inversione di tendenza a riguardo. Per questa ragione è bene valutare i pro e i contro di un affitto o di un acquisto di un box auto e scegliere comunque secondo coscienza ciò che per il compratore può risultare più opportuno per un investimento con un rendimento certo.

Cosa fare con il garage auto?

La parola stessa ci dice che il garage auto serve a contenere la propria autovettura a pochi passi da casa, tenendola al sicuro da atti vandalici, furti o calamità naturali come grandine o forti piogge. Si tratta di una vera protezione contro i pericoli esterni. Tanti sono i fattori che intervengono quando si iniziano le valutazioni per l’acquisto di questo tipo di locale. Fino a qualche tempo fa, soprattutto quando si andava a vivere in una grande città, queste non erano considerate sicure per poter tenere la propria auto fuori, poiché i furti erano all’ordine del giorno. Per questo una macchina, acquistata con molti sacrifici, era impossibile da tenere in strada e andava messa al sicuro nei vari box auto che potevano essere acquistati o affittati, in base alle possibilità del proprietario dell’auto. Questo tipo di mercato ha avuto una forte crescita in passato ma negli ultimi tempi ha subito delle variazioni che andremo ad analizzare in seguito.

Chi ne possedeva uno abbastanza grande in grado di ospitare più auto, cercava di monetizzare lo spazio affittandolo, liberando chi possedeva l’auto, dalla possibilità di contrarre un mutuo per l’acquisto nel caso in cui ve ne fosse uno appetibile da acquistare o chi magari, sostava per qualche tempo in città. Altri invece, hanno preferito investire acquistando appartamento e garage da tramandare poi a diverse generazioni.

Fino a qualche tempo fa, l’offerta di garage auto però, era minima ma la domanda invece, era altissima. L'offerta di cui si parla era al di sotto del 36%. Cosa è successo però negli ultimi anni? Il box auto non è più uno degli investimenti prioritari dell’italiano medio, sia per l’offerta che nel tempo è aumentata, ma anche per i costi che spesso sono esorbitanti rispetto allo spazio previsto. Si conti che nelle grandi città i prezzi al metro quadro sono altissimi e per questo, nessuno valuta minimamente l’acquisto poiché i fondi monetari sono minimi e spesso vengono impegnati tutti per l’acquisto dell’immobile.

Il valore dei box auto

Da quello che si può capire, secondo la nostra fotografia iniziale di questo tipo di mercato, è che i prezzi dei garage auto sia alti che bassi, hanno fatto perdere l’appeal all’acquisto. Nelle grandi città più pericolose l’acquisto del garage è considerato ancora imprescindibile e quindi una soluzione valida. Parliamo di Milano e Napoli, dove il valore di questi locali ha perso solo una minima parte, con un’offerta che sale al 20%. Acquistare ad esempio un garage auto a Milano è più conveniente che a Roma, dove anche qui il loro valore è sceso. Mentre una soglia massima di trentamila euro per l’acquisto si tocca tra Firenze e Torino.

Affitto: un mercato sempre variabile

Il mercato degli affitti, rispetto a quello delle vendite segnala una perdita di almeno il 25% per mercato. Spesso nelle città dove conviene acquistare un box, non conviene invece affittare, poiché i canoni sono altissimi. Il termometro delle grandi città è ciò che serve a capire la nuova tendenza degli italiani. Questi infatti, notando anche la disponibilità di servizi di car sharing o bike sharing danno la possibilità di rendere meno indispensabile l’auto. Per cui la domanda dei box auto diminuisce poiché se ne può fare anche a meno. Ciò è possibile anche all’aumento delle zone a traffico limitato nelle grandi città. Queste rendono più appetibile servirsi dei mezzi pubblici o delle proprie gambe per poter raggiungere una certa zona. In questo modo si elimina lo stress della ricerca del parcheggio o esorbitanti cifre relative al parcheggio pubblico o privato.

Spostamenti condivisi anche se in poche città

Soprattutto nelle grandi città il car sharing è diventata una soluzione per chi non possiede una macchina. Grazie a questa opportunità è possibile spostarsi in ogni parte della città con un'auto a noleggio che passa da una mano all’altra continuamente.

Questo tipo di soluzione però, ha reso quasi inutile l’acquisto o l’affitto di un garage auto e per questo l’offerta è aumentata ma la domanda non di molto. È bene quindi, se si sta pensando di trasferirsi in una grande città, monetizzare la propria auto vendendola e valutare uno di questi servizi che riducono la problematica del parcheggio.

Nell’arco degli ultimi anni questi servizi sono aumentati di molto ma solo nelle grandi città. La problematica resta nelle zone periferiche e limitrofe che non vengono ben servite dai mezzi pubblici.

Gli italiani non vogliono più stanziarsi in una città per molti anni. Le problematiche relative al mercato immobiliare

Da una prima fotografia che emerge, scopriamo che gli italiani non sono più attratti dalla stanzialità in un certo posto per un grande periodo di tempo sia per motivi di lavoro che familiari. Ciò porta anche a non investire più in casa e garage. Spesso è molto facile per la famiglia o il lavoro cambiare città, per cui un conto è affittare o rivendere la propria casa, un altro è vendere casa e garage auto con una situazione relativa al mercato immobiliare poco stabile e in continua discesa su quest’ultimo dato. È molto importante capire invece, il punto di vista di chi vuole stabilirsi in un certo luogo, come la pensa rispetto ai box auto.

Perché investire nel box auto adesso

Se si possiede una somma di denaro da investire che si aggiri intorno ai trentamila euro perché non pensare ad un box auto come investimento redditizio? Ciò che però va valutata è la zona ma anche i prezzi giusti per poter aver accesso a questo beneficio. Si conta che negli ultimi due anni invece, dopo una rovinosa caduta, i prezzi e la domanda sta risalendo. In questo modo si torna a considerare il garage auto come un investimento di tipo liquido, da acquistare e poi affittare, senza dover affrontare le tipiche problematiche relative all’affitto di un appartamento. Uno dei pro di questa operazione riguarda proprio la platea di persone che è diversa ed è ampia rispetto a quella che vorrebbe accedere all’affitto di abitazioni.

Dopo aver calcolato i vari rendimenti lordi e netti, è bene considerare l’acquisto di un box in zone del tutto particolari, come quelle in cui il parcheggio scarseggia e vi è poca presenza di box auto rispetto alle abitazioni e che non siano ben servite dai mezzi pubblici di trasporto. In questo modo vengono privilegiati i box nelle zone periferiche delle grandi città, fuori dai vari centri abitati. Vi sono anche garage che superano nelle grandi città, i settanta mila euro ma non è il caso del nostro consiglio, a meno che la disponibilità di denaro da investire sia molta. In questo caso acquistare al centro di una grande città significa assicurarsi molti acquirenti del box auto.

La fascia media su cui però è giusto concentrarsi, è proprio quella compresa dai ventimila ai trentamila euro. Rimanendo su questo range di azione è possibile ottenere un rapporto relativo alla spesa e al rendimento migliore negli anni.

Cosa fare se si vuole investire in un garage auto

Come abbiamo già anticipato, l’acquisto di un box auto è considerato meno volatile rispetto a quello di un’abitazione e nel tempo il suo valore diminuisce in modo più lento rispetto a quello di una casa, dove l’usura degli ambienti fa la sua parte.

Rispetto ai rendimenti, acquistare un garage auto significa avere un maggior rendimento rispetto alla locazione e quindi questi sono più redditizi almeno del 6,2%. Molto importante è acquistare dove vi è un effettivo bisogno, per cui occhio alle offerte sul mercato immobiliare.

In conclusione come è meglio agire?

Concludendo, chi decide di acquistare o affittare un garage auto dovrà fare una valutazione del tutto personale sulle proprie opportunità di rendimento ma anche di investimento. Per questo è essenziale fare una ricerca accurata sul mercato, capire se è necessario acquistare per se stessi un box oppure comprare per affittare a terzi e poi fare una eventuale offerta.

È importante valutare nel caso in cui si acquisti un box auto per uso personale, se ci si stanzia in una certa città e se questa sarà la dimora per la propria vita lavorativa e di famiglia. In questo modo si potrà pensare anche nell’ottica futura, ammortizzando questo investimento da lasciare anche alle future generazioni. Dopo questo tipo di studio, si potrà prendere una decisione più che serena a riguardo. Cosa aspettate quindi, a cercare il miglior garage auto per il vostro investimento dal rendimento sicuro e soprattutto a lungo termine?

 

Richiedi Informazioni

Accetto le regole sulla Privacy e cookie

Accetta   Rifiuta